Amazon pixel

La Recensione dei Nuovi Huawei P9 e P9 Plus

su
Gnius
immagine al post La Recensione dei Nuovi Huawei P9 e P9 Plus

huawei-p9-p9-plus-2Huawei è sbarcata in Europa da qualche anno e sta rapidamente rubando clienti alle altre case produttrici di smartphone, grazie soprattutto agli ultimi modelli prodotti.
Questa azienda cinese è partita dal basso, portando sul nostro mercato telefoni che puntavano alla fascia medio-bassa del mercato.
Nell’ultimo anno si è fortemente notata un’inversione di tendenza: oggi Huawei presenta modelli per il mercato di fascia alta, che cercano di scalzare dal podio di leader nelle vendite Apple e Samsung.

Il nuovo modello P9, con anche la versione P9 Plus, è uno smartphone di tutto rispetto, con tutta la tecnologia che si può ottenere in questo momento, pensato per chi desidera avere tra le mani un oggettino pratico e versatile.
Sicuramente il target di Huawei è costituito da persone che amano la tecnologia, disposte a spendere poco meno di 600 euro per poter ottenere tutto quello che oggi si può avere da uno smartphone.

Le caratteristiche del dispositivo

Huawei P9 è uno smartphone di alto livello, con sistema operativo Android 6.0 MArshmallow; ha un processore octacore costituito da due CPU affiancate: Quad-core 2.5 GHz Cortex-A72 + Quad-core 1.8 GHz Cortex-A53.
Il chipset è un Huawei HiSilicon Kirin 955; ha 3 GB di Ram e 32 GB di memoria interna.

Nella versione P9 Plus la memoria interna sale a 64 GB, in entrambi i dispositivi espandibile fino a 128 GB utilizzando lo Slot per la MicroSD aggiuntiva, non compresa nella confezione.
Il display è da 5.2 pollici, con risoluzione 1080 x 1920 pixel, per una densità di 423 ppi.
Il display è di tipo IPS LCD capacitivo Multitouch.
Il modello P9 Plus ha display da 5.5 pollici AMOLED, con risoluzione di 1080 x 1920 pixel.

Huawei ha investito molto sulle fotocamere dei due dispositivi, ingegnerizzate con Leica, una delle aziende Leader nella produzione di fotocamere, lenti ed obiettivi, cosa che assicura un’alta qualità delle fotocamere montante.
In entrambi gli smartphone stiamo parlando di una fotocamera principale da 12 mp, con risoluzione 4290 x 2800 pixel.
La fotocamera frontale invece è da 8 mp, confermando l’alta qualità delle dotazioni di questo smartphone pensato per chi vuole di più dal suo telefono.
Chiaramente, trattandosi di telefoni di alta qualità, sono dotati anche di tutte le possibilità di connessione e di tutti i sensori ormai di serie sui telefoni di un certo calibro.

Il cliente tipo

Questi telefoni non sono sicuramente stati pensati per il ragazzino giovane o per la casalinga: si tratta di smartphone che si inseriscono di prepotenza nel mercato dei telefoni di alta qualità, pensati per il grande pubblico.
Il costo non è poi così elevato, soprattutto se lo si confronta con quello dei dispositivi delle marche più famose, come Apple o Samsung.
Certo, per molte persone la marca dello smartphone indica una sorta di status symbol, che non si può sicuramente attribuire anche a Huawei, che da molti è ancora oggi considerata un’azienda che si dedica alla produzione di dispositivi a basso prezzo.

Sicuramente già il modello Huawei P8 dello scorso anno ha portato all’interno della clientela di questa azienda cinese moltissime persone, che hanno apprezzato il cambio di target.
Del resto buona parte delle componenti degli smartphone di qualsiasi marca sono da anni prodotti in Cina o in altri paesi orientali, che garantiscono una qualità decisamente buona e prezzi molto bassi.

Alcune tra le più note aziende produttrici di smartphone sono oggi cinesi, come ad esempio One Plus, che sforna regolarmente dispositivi di altissimo livello e di ottima qualità.
Per questi motivi la diffidenza nei confronti dei prodotti tecnologici di origine cinese sta un poco diminuendo, e forse anche grazie a questo Huawei potrà vendere senza problemi i suoi due nuovi dispositivi.

I due telefoni non hanno grandissime differenze tra loro, se non si considerano le dimensioni del display e la disponibilità di spazio interno.
Per il resto si tratta di due telefoni praticamente identici, che montano le stesse componenti; quindi la scelta tra l’uno o l’altro dipende essenzialmente dalle necessità personali e dalla disponibilità economica: P9 Plus infatti costa poco meno di 750 euro, contro i circa 600 del fratellino minore.

Le fotocamere Leica

La peculiarità di Huawei P9 e P9 Plus sta nelle fotocamere e si nota già al semplice colpo d’occhio: nella parte frontale si vedono chiaramente le due lenti vicine; infatti Huawei ha pensato insieme con Leica di introdurre due fotocamere posteriori sui suoi dispositivi, che garantiscono una totale pulizia ed alta definizione di ogni scatto effettuato.
In sostanza hanno cercato di inserire una vera e propria macchina fotocamera all’interno di uno smartphone, in modo di garantire la possibilità di scattare la foto migliore in qualsiasi condizione di luce.

Questi smartphone infatti permettono di catturare le immagini in qualsiasi tipo di illuminazione, mantenendo sempre alta la definizione delle immagini.
Questo sistema permette anche di scattare fotografie di ottima qualità a soggetti in movimento; la messa a fuoco è perfetta in ogni condizione, grazie alla tecnologia che permette di utilizzare il laser insieme con le misurazioni di contrasto e profondità di campo.

Le fotocamere del P9 e del P9 Plus permettono di ottenere fotografie di livello professionale, anche in formato RAW, grazie anche alle ampie dotazioni software, che garantiscono una perfetta gestione del colore, la possibilità di scattare foto in bianco e nero e di sfruttare la modalità a massima apertura di focale, per fotografie che non immaginereste ottenute con uno smartphone.
La fotocamera frontale è anch’essa di ottima qualità e permette di scattare selfie anche con scarsa illuminazione.
Le fotocamere sono poi dotate di tutti i comfort cui siamo abituati oggi: autofocus, face detection, touch focus, geo tagging, flash.

Un bel telefono

Oltre ad avere una completa dotazione software ed hardware questi due telefoni sono anche esteticamente belli.
Hanno corpo in alluminio aerospaziale, leggero e molto resistente, con spigoli smussati.
Il Huawei P9 è disponibile in due varianti di colore: Titanium Grey e Mystic Silver; lo stesso per il P9 Plus, dove i due colori sono Ceramic White e Quartz Grey.
In entrambi i casi si tratta di colori molto metallici, che fanno comprendere già a prima vista la consistenza del materiale di costruzione.

Il vetro è in cristallo rinforzato, per evitare di rovinare il display con gli urti leggeri o con una semplice caduta.
Display che per altro mostra una buona ricchezza di colori e di contrasto, permettendo anche di visualizzare video in alta definizione, godendone appieno.
Entrambi i dispositivi incorporano un sistema a tripla antenna, che permette di ricevere il segnale in qualsiasi località e comunque sia disposto il telefono.
I sensori presenti sono ormai quelli classici per un dispositivo di fascia alta: accelerometro, sensore di prossimità, giroscopio, bussola, sensore digitale e dispositivo di riduzione del rumore al microfono.

La garanzia Huawei

Alla Huawei si fidano dei loro dispositivi, tanto che li consegnano al cliente con già comprese particolari garanzie.
Questi dispositivi sono infatti garantiti 3 anni, da aggiungere ai due anni di garanzia commerciale presente per legge.
Per i primi tre mesi dopo l’acquisto il display è garantito da qualsiasi danno, accidentale e non, e dà diritto alla sostituzione gratuita del monitor.
In caso di un guasto hardware entro tre mesi dall’acquisto è possibile ottenere la sostituzione gratuita dello smartphone.

Tutte queste opzioni sono valide solo con il Servizio Vip di Huawei, che è gratuito per tutti i possessori di un telefono di questa marca. Per accedere a queste opzioni aggiuntive è sufficiente accedere al sito dell’azienda subito dopo aver acquistato il dispositivo e registrarlo.
Le garanzie concesse da Huawei sono di alto livello e questo particolare servizio oggi non è presente su molti dispositivi.
Si tratta quindi di un motivo in più per acquistare questi bellissimi telefoni di nuova generazione.

huawei-p9-p9-plus

Un cambio di tendenza

Con questi due nuovi dispositivi Huawei si conferma come azienda protagonista nella vendita di dispositivi telefonici di fascia alta.
I prodotti identificati con la sigla che comincia con P sono tutti rivolti ad un pubblico esigente, che vuole sempre di più dal suo smartphone.
Chiaramente Huawei continuerà nella strada già battuta in precedenza: i dispositivi economici e con tante dotazioni saranno quindi sempre disponibili nel catalogo dell’azienda cinese.
Il parallelo stanno sviluppando questi nuovi progetti, che si connotano come prodotti di fascia alta, dedicati ad un pubblico più esigente, che vuole tutte le migliori novità subito.

I prezzi sono quindi in linea con quelli delle altre aziende che producono dispositivi simili, mantenendo comunque una certa economicità rispetto ai modelli delle marche più note.
Anche se si tratta di dispositivi nati, progettati, costruiti in Cina, ciò non significa che si tratti di prodotti di bassa qualità, anzi. Con il P9 ed il P9 Plus Huawei si conferma come produttore di punta di smartphone di altissima qualità. Il corpo in alluminio aerospaziale, i display nitidi e ricchi di sfumature, le fotocamere ingegnerizzate insieme a Leica confermano la propensione di Huawei per la scelta di dotazioni di altissima qualità.

Facili da usare

Huawei P9 e P9 Plus montano il sistema operativo Android 6.0; l’Interfaccia utente è però quella di Huawei, che potrebbe non essere gradita a tutto il pubblico.
Questo piccolo neo è facilmente dimenticabile, se si pensa a tutte le dotazioni presenti nello smartphone. chi è abituato ad utilizzare l’interfaccia utente di Android non si troverà poi cos’ male, visto che le differenze sono veramente minime.

La presenza dell’ultimissima versione di Android fa poi ben sperare sui possibili aggiornamenti dei prossimi anni: ancora oggi molte aziende preferiscono proporre dispositivi con una versione leggermente vecchiotta di Android, con i quali si rischia rapidamente di non poter accedere ad alcune app presenti sul Google Store.
In questo modo bastano pochi mesi per avere la sensazione di avere tra le mani un dispositivo antiquato, mentre la scelta di utilizzare Android 6.0 sembra non voler seguire questa strada preferita da altri produttori di smartphone.

La peculiarità più interessante di questi due dispositivi sta nelle fotocamere con lenti Leica, che garantiscono un’ottima resa in qualsiasi condizione di illuminazione: rendono possibile lo scatto di fotografie anche durante un temporale o con elevata nuvolosità.
Per gli amanti della fotografia tramite smartphone le potenzialità delle fotocamere del nuovo dispositivo Huawei saranno sicuramente uno dei punti di interesse nei confronti di questi due bellissimi telefoni.

Oggi sono tantissime le persone che amano scattare fotografie in ogni momento della giornata, grazie alla possibilità di farlo con lo smartphone, che tutti hanno sempre con sè.
Stiamo vivendo una sorta di rivoluzione in questo ambito, che molti non sono ancora riusciti a comprendere, ma che nella realtà sta portando a grandi cambiamenti.
Oggi capita molto spesso di vedere persone che fotografano la cena al ristorante, o che scattano una foto, o riprendono un video, anche degli eventi più particolari e bizzarri.
Chi ama questo comportamento dovrebbe acquistare un modello Huawei P9 o P9 Plus, perché noterà sicuramente l’alta qualità delle fotocamere presenti.

Spread the love
Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi