Perché non fanno più smartphone con batterie rimovibili

su
Gnius
immagine al post Perché non fanno più smartphone con batterie rimovibili

Perché non fanno più smartphone con batterie rimovibili?
Il tema delle batterie rimovibili sugli smartphone tiene banco ancora, eppure un cellulare con batteria removibile è qualcosa che risulta essere in dismissione progressiva sul mercato, la domanda da porsi sarebbe dunque questa:
quali sono per la batteria non removibile pro e contro.
smartphone con batterie rimovibili
Gli smartphone dotati di batterie rimovibili risultano essere in via d’estinzione.
Il dibattito relativo alla presenza delle batterie rimovibili sugli smartphone non è un dibattito nuovo.

Gli smartphone Android e la batteria removibile

Negli smartphone Android uno degli elementi base e costitutivi era proprio la batteria removibile, per cui la clientela si è domandata e continua a domandarsi il perché di questo cambiamento.
La presenza delle batterie rimovibili fu una delle caratteristiche impiegate come leva dai produttori per attrarre i possessori di iPhone.
E allora perché si è non si fanno più smartphone con batterie rimovibili negli ultimi anni?
La risposta è meno complessa di ciò che si pensa, gli smartphone con batterie rimovibili sono più necessari, tutto qui.

La risposta appena fornita non ne esclude altre però, infatti le ragioni per questo cambiamento sono molteplici e tra esse rientra l’evoluzione per le quali sono cambiate le batterie negli ultimi anni.
Ciò non toglie che ci sono smartphone android con batterie di lunga durata, mentre altri hanno batterie che durano molto meno.

Gli smartphone sono strumenti in grado di offrire sempre più servizi agli utenti, sia in tecnologia che rispetto alle feature.
Ed è nelle feature che rientra anche il “tema” delle prestazione delle batterie e delle opzioni di ricarica dei dispositivi mobili.
Ad esempio quando si parla di carica rapida e di sistema wireless non si sta più discutendo di eccezioni ma di sistema diffusi.
Le batterie esterne sono andate migliorando ed hanno abbassato i costi così da poter divenire una confortevole alternativa alle batterie rimovibili.

Quando preoccuparsi della batteria

Su questo tema va ricordato che la batteria di uno smartphone subisce un calo mediamente a distanza di 2 anni successivamente all’acquisto del dispositivo, periodo successivo al quale scadono anche gli abbonamenti con smartphone.
Dovete ricordarvi che le batterie non durano in eterno, ma hanno una durata che dipende dal numero di volte che si caricano e si scaricano.
Quando comprate un telefono quindi guardate per quanti cicli di carica è garantita, e comunque evitate di usare le app che consumano più batteria delle altre.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi