Amazon pixel

Autonominarsi Amministratore Gruppo Whatsapp è possibile?

su
Gnius
immagine al post Autonominarsi Amministratore Gruppo Whatsapp è possibile?

Whatsapp ha rivoluzionato il modo in cui comunichiamo; uno dei modi più noti al pubblico di riunire tutti i propri amici o comunque una determinata cerchia di persone è sicuramente quello di creare un gruppo su questa famosa app di messagistica istantanea.
Come in tutti i gruppi anche su Whatsapp c’è un admin o più semplicemente amministratore, a cui spetta il ruolo di far entrare, uscire o bloccare i membri presenti nel gruppo.
Ma come si fa ad autonominarsi amministratore gruppo Whatsapp? Leggi l’articolo e scoprilo.

autonominarsi amministratore gruppo whatsapp

Svolgere il ruolo di amministratore nei gruppi di Whatsapp è, al tempo stesso, divertente ma anche stressante. Il fatto di avere “potere” sicuramente affascina, e non poco, ma essere sempre oggetto di richieste da parte degli altri membri del gruppo non è di certo una cosa piacevole.

Autonominarsi amministratore gruppo Whatsapp

Ecco perché un numero sempre crescente di utenti sta cominciando a chiedersi e a fare pressione perché, con i prossimi aggiornamenti, venga introdotta la funzione, attualmente non disponibile, che consenta a chiunque di autonominarsi amministratore gruppo Whatsapp.

Si,perché, attualmente, esiste un solo modo per nominare se stessi amministratori di un gruppo su Whatsapp ed è la soluzione più banale: quella di creare il gruppo.
In questo modo il sistema attribuirà automaticamente al promotore dell’iniziativa la carica di amministratore, con i relativi privilegi che ne derivano.

Stiamo parlando della possibilità di aggiungere e rimuovere membri dal gruppo, cambiarne il nome, nonchè di nominare altri amministratori.
L’amministratore può, inoltre, chiudere la chat e “cacciare” automaticamente tutti i membri fuori dal gruppo. Diverso è il discorso per quanto riguarda l’immagine ad esso associata, che può essere modificata da ciascun membro.

Se una persona che non è amministratore del gruppo prova premere per qualche secondo sul nome di un altro membro, non amministratore, potrà notare che le opzioni tra cui scegliere nel menù che appare contemplano soltanto le informazioni di contatto e la possibilità di chiamare il membro in questione.

Se, invece, si cercherà di effettuare la stessa operazione sul proprio nome, quello che, nell’elenco dei membri del gruppo, viene indicato con il pronome “Tu”, non accadrà nulla, proprio perchè, appunto, non è ancora possibile autonominarsi amministratore di un gruppo su Whatsapp.

L’unica soluzione è chiedere all’amministratore del gruppo

L’unica soluzione per prendere le redini della situazione è quella di chiedere all’amministratore in carica di condividere i propri poteri con voi e di nominarvi egli stesso amministratore.

Se non dovesse essere capace di farlo, potrete spiegarglielo voi. La procedura è semplice e può essere effettuata da qualsiasi persona, anche chi non è pratico di telefoni e, in particolare, di Whatsapp.
Tutto quello che occorre fare è aprire l’applicazione e cercare, nella lista delle conversazioni attive, quella per cui si vuole nominare un nuovo amministratore, che nel caso specifico sarete voi. Una volta aperta la conversazione, occorrerà pigiare delicatamente sul nome attribuito al gruppo.

A questo punto sarà possibile avere accesso ad un pannello in cui viene resa visibile tutta una serie di informazioni relative alla conversazione. In alto saranno visibili e modificabili, visto che chi sta agendo è l’amministratore del gruppo, il nome e la foto ad esso attribuiti.
Seguono altri menù secondari, questa volta accessibili anche agli utenti tradizionali, che consentono di visualizzare tutti i file multimediali scambiati con gli altri membri del gruppo e i luoghi recenti.

Dallo stesso menù è possibile, inoltre, attivare notifiche personalizzate per quel gruppo oppure impostare la modalità silenziosa limitatamente a quella conversazione. Immediatamente sotto questa opzione, si potrà leggere la lista completa di tutti i partecipanti al gruppo.

A questo punto il vostro benefattore, colui che vi nominerà amministratore al suo fianco, non dovrà fare altro che cercare il vostro nome nella lista. Solitamente l’ordine di apparizione segue l’alfabeto.
L’amministratore “capo” dovrà esercitare una pressione leggermente prolungata sul vostro nome per vedere comparire un piccolo menù a tendina.
Tra le voci del menù viene data la possibilità di chiamare il contatto, di inviare un messaggio e, appunto, di nominarlo amministratore. Dopo aver premuto con il dito questa ultima opzione il gioco sarà fatto.

Notifica amministratore del gruppo Whatsapp

A questo punto, tornando nella conversazione vera e propria, ovvero lì dove è possibile visualizzare tutto lo storico dei messaggi che ci si è scambiati, potrete vedere un piccolo messaggio incorniciato da un riquadro azzurro.
All’interno di questo riquadro leggerete la notifica che avvisa voi e gli altri membri del gruppo della nuova carica che vi è stata attribuita.
L’amministratore può anche cedere la sua carica lasciando che sia il sistema stesso a decidere chi sarà il suo successore.

Se, infatti, il fondatore del gruppo, e quindi l’amministratore nominato tale dal sistema al momento della creazione, decide di abbandonarla o di cancellarla, viene automaticamente rimosso dall’elenco dei partecipanti e, di conseguenza, privato del titolo di amministratore e di tutti i privilegi legati a questa carica.
Il sistema, a questo punto, ha la necessità di nominare un altro amministratore che si occupi della gestione del gruppo, della nomina di altri amministratori, della rimozione dei membri e di tutte quelle eventuali modifiche che soltanto l’amministratore può effettuare, come ad esempio scegliere il nome per il gruppo Whatsapp.

Whatsapp usa un metodo di scelta molto logico e democratico, attribuendo la carica lasciata vacante dall’amministratore che si è tirato fuori dal gruppo.
Il metodo consiste nel passaggio dello scettro al membro aggiunto immediatamente dopo la fondazione del gruppo da parte del primo amministratore.

A questo punto avrete un’idea ben precisa di come potete agire per cercare di ottenere la vostra tanto ambita carica di amministratore di un gruppo su Whatsapp. Come avrete dunque potuto capire non esiste altro modo di aggirare questo sistema se non quello di contattare il vero amministratore ed essere il suo ‘associato’.

Spread the love
Leggi anche

2 thoughts on “Autonominarsi Amministratore Gruppo Whatsapp è possibile?”

  1. Castoro says:

    Puoi cambiare titolo al post. È forviante

    1. gnius says:

      Fatto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi